“Houston, abbiamo un problema (anche grosso)”: le catene di trasporto e di trasmissione di tutti gli impianti produttivi si usurano prematuramente, causando costi elevati per la sostituzione e perdite di produzione.

Osservando attentamente le catene ed ascoltandone il rumore durante il loro funzionamento, è possibile stabilire se sono poco lubrificate, mal regolate o se devono essere sostituite prime che si rompano. Anche le catene ormai logore dall’usura possono fornire preziosi indizi sulle cause della loro rottura, in modo che l’utente, in futuro, possa scegliere un prodotto che garantisca una maggiore durata.

Perché le catene si rompono?

Vi sono sei indizi sicuri che segnalano il malfunzionamento di una catena:

  • Usura
  • Rumore
  • “Presa” della catena nei denti della ruota
  • Difficoltà di scorrimento
  • Sbattimento della catena
  • Tensione eccessiva

Come incrementare la durata di una catena

L’usura delle catene avviene principalmente nella parte interna, ovvero quella fra perno e boccola. In effetti, è questa la superficie di scorrimento e quindi rappresenta la parte soggetta a maggiori sollecitazioni. Le catene vanno lubrificate accuratamente, ovvero il lubrificante deve raggiungere tutte le superfici di contatto.

Al fine di massimizzare la vita della catena, il lubrificante deve penetrare nelle tolleranze e formare uno strato continuo di separazione fra le superfici.

Questo strato sottile deve restare invariato in un vasto ambito di condizioni ambientali. Spesso e volentieri per la lubrificazione delle catene vengono utilizzati oli convenzionali come oli idraulici, per turbine, oli per ingranaggi o, dulcis in fundo, del grasso. Queste sostanze non penetrano all’interno della catena, tra perno e boccola dove serve davvero un lubrificante. Non formano uno strato sufficientemente resistente ma quello che fanno è solo accumulare sporco e polvere e formare depositi che andranno a danneggiare irrimediabilmente la catena. In altre parole, se usati sulle catene, le prestazioni di questi “lubrificanti” non sono per nulla soddisfacenti ma rischiano solamente di fare danni alle catene (allungandole e in poco tempo danneggiandole) e far andare in fumo i soldi spesi per acquistarli.

Come dovrebbe essere quindi lubrificata una catena?

Innanzitutto se per lubrificare le catene utilizzate del grasso, prendete le vostre cartucce o il vostro fustino, uscite dall’officina o dallo stabilimento e buttate tutto nel primo bidone che incontrate! Siamo nel 2016 e nessuno vi ha ancora spiegato quando utilizzare un olio e quando, invece, utilizzare un grasso?!?

Un’adeguata lubrificazione della catena richiede che il lubrificante abbia 4 proprietà:

  1. Penetrazione tra perno e boccola
  2. Elevate EP per sopportare carichi
  3. Elevata capacità detergente per prevenire l’accumulo di sporcizia
  4. La capacità di pulire i depositi di vecchio lubrificante

Un buon olio lubrificante per catene è formulato con fluidi di base che impediscono la formazione di depositi di varia natura. Dovrebbe avere la priorità esclusiva di “pulizia durante l’uso”, assicurando così l’eliminazione di residui indesiderabili. Un ottimo olio lubrificante per catene, inoltre, dovrebbe contenere additivi che assicurino che il lubrificante penetri tra perno e boccola e mantenga un sottile strato lubrificante a lungo termine all’interno.

Se quindi all’interno del tuo stabilimento vuoi ottenere i seguenti risultati:

1. Aumento della vita delle catene fino a 4 volte 2. Riduzione del consumo energetico fino al 10%

Allora dovrai scegliere un OLIO lubrificante che abbia almeno le seguenti caratteristiche e vantaggi:

  • Penetra tra perno e boccola
  • Elevato EP per minimizzare l’usura
  • Additivi proprietari, per dissolvere residui esistenti e mantenere la catena pulita e flessibile
  • Riduca la frizione fino al 30%, migliorando quindi l’efficienza energetica e minimizzando l’usura.

Se nel tuo stabilimento hai catene di trasporto o trasmissione sottoposte a:

  • Carichi estremi
  • Ambiente sporco e polveroso
  • Alta temperatura
  • Acqua e corrosione
  • Alto consumo energetico
  • Contatto con alimenti

Non ti resta che affidarti ad un partner serio ed affidabile, capace di darti un servizio chiavi in mano per aumentare la durata delle tue catene.